L’Imbustastorie

L’Imbustastorie è un piccolo ma carinissimo progetto creato dalla ABEditore: otto mini buste, otto diverse parti del mondo (Giappone, Germania, Spagna, Polinesia, Africa, Provenza, Catalogna) dalle quali i traduttori hanno selezionato racconti, fiabe, favole e leggende da presentare ai lettori italiani.

La casa editrice milanese si contraddistingue per la grafica estremamente curata dei suoi volumi, che viene riproposta ne L’imbustastorie: in ogni busta, oltre ai racconti corredati da illustrazioni a tema, sono state aggiunte delle cartoline che nascondono un segreto.

Le otto buste de L'imbustastorie

Realtà Aumentata

Durante il Salone del Libro di Torino 2018, la CE ha presentato un’interessante novità che va a completare il progetto de L’Imbustastorie, andando anche a mostrare l’importanza dell’innovazione per ABEditore.

Scaricando l’applicazione della casa editrice, infatti, è possibile giocare con le cartoline e la realtà aumentata: ogni disegno, infatti, se inquadrato attraverso l’applicazione dà vita a delle immagini tridimensionali e animate che riprendono le storie presenti nella busta.

Samurai in realtà aumentata de L'imbustastorie

Cavaliere realtà aumentata de L'imbustastorie

Favole dal Giappone

Le fiabe giapponesi sono state scelte tra quelle del volume Green Willow and other Japanase Fairy Tales e tradotte dall’inglese da Valentina Avallone. Caratterizzate da uno stile delicato, trasportano il lettore attraverso atmosfere quasi oniriche che riescono appena a schiudere uno spiraglio sulla complessa cultura orientale.

Favole del Giappone de L'imbustastorie

Favole Tedesche

Le Favole Tedesche sono state tradotte da Anna Marziliano e fanno parte di una raccolta intitolata In der Mondnacht, nella quale l’autore Hans Wachenhusen aveva rielaborato alcune fiabe ascoltate durante i suoi viaggi nelle terre scandinave. Al contrario delle fiabe dal Giappone, quelle tedesche sono più concrete, caratterizzate da figure più conosciute e con una piccola morale al fondo.

Favole tedesche de L'imbustastorie

Favole Spagnole

Le Favole Spagnole sono state tradotte da Giuseppina de Vita. Scritte da Cecilia Böhl de Faber, fanno parte della raccolta di novelle La Gaviota.
La caratteristica di queste fiabe è l’importanza dei costumi e dei comportamenti delle diverse classi sociali della società spagnola del 1800, oltre che della tradizione orale iberica.

Favole spagnole de L'imbustastorie

Racconti Catalani

I Racconti Catalani sono stati tradotti da Lorena Lombardi e fanno parte della storia della letteratura catalana. Sono caratterizzati da draghi, folletti, santi e creature magiche attraverso i quali i bambini imparano i tratti più importanti della cultura catalana.

Racconti catalani de L'imbustastorie

Leggende Polinesiane

Anche le Leggende Polinesiane sono state tradotte da Lorena Lombardi. Caratteristica di queste storie è quella di essere nate in una società dove la scrittura è stata ignorata per secoli.
I racconti sono suggestivi, nati per dare una spiegazione ad ogni dettaglio della vita quotidiana e messi in musica durante le celebrazioni. Trasportano in un mondo sconosciuto e ricchissimo, facendo venir voglia di addentrarsi più in profondità in una cultura così diversa da quella europea.

Leggende polinesiane de L'imbustastorie

Racconti e Leggende Brasiliane

I racconti brasiliani sono stati tradotti da Rosangela Amato. Scritti da João Marques de Carvalho, fanno parte della raccolta di racconti intitolata Contos do Norte, pubblicata nel 1900.
Le tre brevi storie, mostrano l’epoca nella quale l’autore ha vissuto, ma la caratteristica che più mi ha colpito sono state le descrizioni dei luoghi. Con poche parole, João Marques de Carvalho, è riuscito a creare immagini incredibilmente vivide.

Racconti e leggende brasiliane de L'imbustastorie

Favole Africane

Le due fiabe africane contenute ne L’Imbustastorie, sono state tradotte dal francese da Annarita Tranfici. Non si conoscono l’autore o il periodo nel quale solo nate, complice l’abitudine delle tribù di tramandare i propri racconti oralmente, tuttavia racchiudono tematiche importanti per i popoli che li hanno creati e mostrano la vita nei loro piccoli villaggi, i loro segreti e i loro misteri.

Favole africane de L'imbustastorie

Favole Provenzali

I racconti di Favole Provenzali sono stati scritti da Alphonse Daudet e inseriti nella raccolta Lettere dal mio mulino. Tradotti anche questi da Lorena Lombardi, sono storie dallo stile semplice e diretto che, nonostante sembrino leggere, si concludono con la morte.
La cosa che colpisce è che questi finali, nascondono sfumature differenti, forti ma anche positive, almeno in alcuni casi. Impossibile non fermarsi qualche secondo a riflettere sul loro significato.

Favole provenzali de L'imbustastorie

Conclusioni

A parte qualche piccolo dettaglio, ad esempio l’utilizzo della parola “favole” per alcune delle raccolte e alcune traduzioni mediate da altre lingue, il progetto de L’Imbustastorie è tanto carino quanto interessante.
I racconti che più mi hanno colpito sono quelli appartenenti alle culture più lontane da quella europea, forse a causa della mia passione per la mitologia e le leggende. Mi è piaciuto immergermi in sistemi di pensiero così diversi e queste piccole e semplici storie hanno risvegliato la mia curiosità.

2 commenti su “L’Imbustastorie

    1. Sì, sono davvero particolari e curatissime a livello grafico! Prenderne anche solo un paio… Secondo me ne vale la pena, il prezzo è irrisorio 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *