SEGNALAZIONE: X Segreto

Copertina x segreto

Titolo:  X Segreto

Autore:  Osvaldo Neirotti

Editore:  Il Viandante

Genere:  Fantasy

Formato: Cartaceco

ISBN: 978-88-99629-34-2

Anno di pubblicazione:  2018

Pagine:  257

Prezzo: € 15,00

Booktrailer:

Trama:  

Egli si trova tra due mondi, il presente di una piccola realtà piemontese fatta di famiglia, società e l’immaginario dei racconti che spesso aiutano a scoprire verità, ma anche a nascondersi. Etrar è il mondo raccontato, l’altra faccia di noi stessi; ospita personaggi fantastici che traggono origine da miti e leggende della nostra storia. Si racconta di maschere che influenzano la vita di 20 amici, una ribellione da se stessi, un racconto che parla al lettore di come trovare le proprie verità. Spesso basta un piccolo sussulto, un attimo, un battito di ali per cambiare. Solo, questo il nome del protagonista, scopre che è rinchiuso in una prigione, scappa, corre e si nasconde; sta per uccidersi quando trova l’amicizia di un drago. Inizia a credere che al di fuori dei propri pensieri ci sia una vita…

Link all’acquisto 

Estratto: 

Avete mai pensato di essere un’altra persona? Io no fino a un venerdì.

Precisamente il ventiquattro di maggio, in una mattinata fresca e solare, mentre attraversavo un piccolo viadotto medioevale conosciuto come “Il ponte del diavolo”.

Un arco gotico lungo trentasette metri e alto quindici metri sovrasta un fiumiciattolo di una piccola cittadina nelle Valli di Lanzo, non lontano da Torino. Si narra che il Diavolo lo costruì in una notte in cambio di una sola anima umana. La leggenda vuole che il mattino seguente l’unico essere vivente presente sul dorso del ponte fosse un ingenuo vitellino. Non riuscendo a riscuotere il dovuto, si tramanda da generazioni che il Diavolo ancora oggi si aggiri tra gli anfratti delle pietre che lo costruiscono.

Ho attraversato decine di volte il ponte, ma proprio quel giorno di primavera scorsi un’ombra scura che all’improvviso scomparve sotto l’arcata, così incuriosito mi sporsi.

Precipitai senza cadere, senza mai raggiungere l’inesorabile fondo; appena mi ritrovai immerso nell’acqua bassa, tutto di-venne nero.

Quando mi abituai al buio che mi circondava mi accorsi di essere disteso al suolo intorpidito, sperduto e spaventato. Fissavo un soffitto di legno a cassettoni, grandi riquadri che raffiguravano dipinti narranti un mondo diverso, in uno spazio-tempo a me ignoto.Si raccontava di un essere di nome Solo che viveva su Etrar, un pianeta vicino alla Terra che faceva parte di una dimensione parallela e che poteva essere raggiunto at-traverso alcune porte chiamate il Passaggio. Una di queste si trovava in un punto imprecisato del fondo marino.

Riuscivo a visualizzare perfettamente le immagini; da esse compresi che Etrar era diviso in dieci Regni disposti circolar-mente attorno a un lago.

Fino a 25-26 anni prima i Regni erano stati in pace, governati da dieci Re fedeli ad un unico saggio Imperatore. Anche se gio-vane di età, egli aveva agito da leader meritevole del ruolo.

I suoi consiglieri primi erano dieci Spiriti che, vivendo nei rispettivi territori, erano i confidenti di tutti i popoli. I cittadini lavoravano per il loro servizio e per la comunità; la classe diri-gente, denominata Corte, era equa e giusta, e offriva a qualsiasi suddito la possibilità di elevare il proprio Status facendo bere ai propri figli un elisir chiamato il Cuore dell’Imperatore. L’elisir poteva confermare lo Status attuale o determinarne uno nuovo; gli Status possibili erano sei: Mago, Stregone, Guerriero, Pala-dino, Assassino e Monaco. I giovani, una volta determinato il proprio Status, potevano accedere alle scuole di addestramento per prepararsi al loro futuro ruolo.

Poi… Una mattina di luna rossa tutto cambiò. Scoppiò una battaglia interna tra i Luminari, gli spiriti divenuti oscuri e corrotti; i Re furono obbligati a indossare maschere che li soggiogavano. La tirannia di un nuovo Imperatore determinò il mutare degli eventi e tutti i popoli divennero schiavi al servizio delle Corti. I Luminari potevano annientare, con atroci sofferenze, tutti coloro che osavano disobbedire o anche solo pensare di farlo. Etrar divenne grigio e ombroso…

L’assassino incappucciato di nome Solo partirà alla ricerca della propria storia, la mancanza di coscienza di se e di memoria gli farà conoscere  grandi amicizie e nuove realtà, egli sarà la speranza di Etrar…

Eventuali link di contatto dell’autore: 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *